Dove siete?

img

di Laura De Santis

“Una sera bellina bellina in una casa piccina piccina la bella statuina si mise a ballare. Ballava, ballava, ballava senza fermarsi e senza pensare. Il soldatino di stagno smise di fare la guardia e si lanciò in un valzer appassionato con la bella statuina.

Volteggiavano belli e felici e gli orsetti di peluche intonavano il coro mentre le scimmiette facevano risuonare i piatti vibranti. Era una sera tanto bellina. Lo senti il ritmo del valzer? Sì che lo senti”, sorrise la vecchina guardando conpita il suo piccolo mondo fatto di pupazzi e giochi.

La vecchina aspettava sempre che i suoi piccoli nipotini tornassero a casa. Li aspettava con un’ansia stemperata nella gioia dell’attesa. Li aspettava e intanto si faceva compagnia con le bambole e i soldatini. La vecchina raccontava centinaia di favole alla sua minuscola platea.

Il soldatino di stagno si accomodava composto accanto alla tigre del bengala mentre la principessa delle fate si rannicchiava tra i fili da ricamo per ascoltare meglio. “Era una sera tanto bellina”, sussurrava amorevole la vecchina. Stanca, quando già i peluche ronfavano e la bella statuina si tirava su la copertina, la vecchina spegneva tutte le luci e scrutando la notte si chiedeva “dove siete, bambini miei? Dove siete miei piccoli nipotini?”.

stampa
Tag:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi