Dalla Andrea Doria alla Sea-Watch 3, storie migranti

img

“Le onde del mare non fanno distinzioni”, è questa la frase-viatico di un viaggio letterario intrapreso da Marco Di Vossoli con il suo libro “Dalla Andrea Doria alla Sea-Watch 3”.

L’autore mette a confronto le storie di chi oggi affronta il viaggio in mare Mediterraneo e quelle degli italiani migranti di oltre mezzo secolo fa. Il libro, come spiega Marco Di Vossoli analizza l’involuzione dei sentimenti, la perdita di memoria degli italiani, un tempo emigranti, che oggi invocano porti chiusi all’accoglienza di chi affronta le onde del mare e il pericolo che ne consegue per scampare a un destino terribile. “Quando ci si confronta con gli altri occorre ricordarsi da dove si viene, fare della propria identità un punto di forza, perché ogni identità è frutto di un percorso, è la storia nella storia. Non bisogna mai perdere la memoria, perché quella è un bagaglio, probabilmente il più prezioso”.

Le storie raccolte da Marco Di Vossoli attraversano il tempo e solcano il mare mettendo a confronto due vicende lontane eppure simili come quella della Andrea Doria e quella della Sea-Watch 3. Il libro sarà presentato domani, sabato 4 luglio, a Pontecorvo alla presenza dell’autore. Diversi gli ospiti, il sindaco Anselmo Rotondo che porterà un saluto, il presidente del consiglio regionale del Lazio, Mauro Buschini, il senatore Bruno Astorre e il sindaco di Cassino Enzo Salera. Gli interventi saranno moderati da Giuliana Sardelli

stampa
Tag:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi