Testimoni di pietra, domani l’inaugurazione della mostra di Antonio Nardelli

img

Testimoni di pietra è un racconto per immagini che segue, nell’arco di quasi venti anni, il percorso di storicizzazione delle macerie lasciate dalla guerra. Un tracciato nella memoria recente che tenta di restituire un tessuto di ricordi a un paese fantasma.

La mostra di Antonio Nardelli, di professione giornalista fotografico, racconta il parco della memoria storica di San Pietro Infine, paese interamente distrutto durante la seconda guerra mondiale e abbandonato subito dopo per essere ricostruito altrove.

Di quelle macerie, di quelle pietre resta una preziosa testimonianza della devastazione che ogni conflitto provoca e del sacrificio della popolazione civile.

Dei superstiti e delle tante vittime non sono rimasti che i nomi e qualche sparuta fotografia d’epoca, Testimoni di pietra tenta di riannodare dando forma alle architetture ferite i fili della memoria.

La mostra, la prima personale di Antonio Nardelli, è nata da un’idea dell’assessore alla cultura di Cassino Danilo Grossi e si inserisce nell’ambito della giornata commemorativa del primo bombardamento subito dalla città di Cassino nel 1943.

L’inaugurazione nei locali dell’Historiale avverrà domani, giovedì 10 settembre alle ore 18 con la partecipazione di Vera Cavallaro interprete di un brano di Antonio Nardelli e della sua poesia Urlo di pace.

stampa