La volta in cui vidi un treno in autostrada

img

di Redazione

Carmelo da trent’anni faceva il pendolare. Dio solo sa quanto non ne potesse più di treni, biglietti, fermate, disagi, scioperi, ritardi, soppressioni, stazioni.

Carmelo non ne poteva più di andare da un punto all’altro, sempre lo stesso percorso, sempre lo stesso paesaggio, sempre gli stessi compagni di sventura, sempre gli stessi disagi. Dopo trent’anni da pendolare, ormai, era ossessionato dai treni. Li vedeva dovunque, sentiva il fischio del treno anche mentre guardava la tv la sera. Quel rumore assordante delle rotaie se lo portava dietro anche nel fine settimana. Per questo, quando poteva prendere la sua automobile era felice. Si sentiva un uomo nuovo. Un uomo rinato ogni volta che metteva in moto la sua bella macchinina. Un’utilitaria, ma comoda, spaziosa e silenziosa soprattutto.

Una sera, insieme alla moglie, decisero di andare al cinema in un’altra città. Si misero in macchina diretti verso nord. Presero l’autostrada, non c’era nemmeno tanto traffico, tutto scorreva liscio come l’olio. Carmelo e la moglie chiacchieravano felicemente dopo una settimana di stress. Ad un tratto, notarono un aumento del traffico, anzi, quasi un ingorgo. Decelerarono, giusto in tempo per scoprire che l’autostrada era bloccata e la situazione stava peggiorando di minuto in minuto.  Un mezzo pesante del trasporto eccezionale era andato in avaria, si attendeva l’arrivo dei soccorsi per liberare le corsie e far defluire il traffico.

Carmelo non ci poteva credere. Soprattutto non poteva credere ai suoi occhi quando riuscì a vedere il carico eccezionale: un treno di cinquanta metri arenato sull’autostrada. Guardò sgomento la moglie, incredulo le chiese: “Lo vedi anche tu?”, la moglie annuì ricambiandogli uno sguardo esterrefatto. “Non è possibile”, si mise a gemere Carmelo, “non è possibile”. Alla prima uscita utile abbandonarono l’autostrada e tornarono a casa. Carmelo si sentiva troppo depresso per lasciare la sua casa. Temeva di essere travolto da un treno deragliato!

stampa
Tag:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi