Parole e immagini al femminile Diario di un avvincente pomeriggio milanese con Cultura al Femminile

Parole e immagini al femminile Diario di un avvincente pomeriggio milanese con Cultura al Femminile" alt="img" />

 

parole di Paola Caramadre, immagini di Antonio Nardelli
Ci vuole un giorno di festa, ad esempio una domenica, per raccontare di un pomeriggio a Milano. “Parole e Immagini al Femminile” è stato il titolo dell’evento che si è tenuto sabato 18 marzo organizzato da Cultura al Femminile (Link al sito).

È stato il primo incontro ‘dal vivo’ di una straordinaria esperienza virtuale nata intorno al gruppo social “Letteratura al femminile“, un salotto letterario creato da Emma Fenu nel quale ognuna ha portato una componente d’arredo, ognuna ha portato un suo colore, una sua immagine, un suo argomento di discussione. Nel corso del tempo questo salotto è diventato sempre più accogliente e sempre più aperto a nuovi punti di vista in un clima di affettuosa condivisione.

Lo spirito che anima il gruppo facebook di Letteratura al Femminile e il sito internet www.culturalfemminile.com è stato ricreato nel primo meeting dove ognuna ha portato un argomento declinato al femminile. Emma Fenu ha fatto gli onori di casa, conducendo in maniera impeccabile la discussione, insieme a Marina Fichera che si è occupata anche dell’organizzazione logistica dell’evento.

I temi discussi sono stati molteplici, ognuna ne ha dato una lettura personale, Maria Lucia Ferlisi ha parlato di scrittrici e sesso e amore, Emma Fenu ha affrontato uno degli argomenti più scottanti dei nostri giorni, scrittrici e violenza, Sabrina Corti è intervenuta su scrittrici e famiglia analizzando il tema anche da un punto di vista legale e portando nella discussione questioni inerenti alla sua professione di avvocato. Ho portato anche io un mio contributo su scrittrici e lavoro, mentre Elisabetta Corti ci ha parlato di scrittrici e gatti. Poi, la parola è passata a Marina Fichera che ci ha fatto scoprire storie di donne scrittrici di viaggio svelando un’Europa cosmopolita e avventurosa ben oltre un secolo fa. Il contributo di Silvia Lorusso sulle scrittrici dimenticate è stato affidato alla voce di Emma Fenu.

Il dibattito che si è aperto con le molte donne presenti ha fatto emergere un aspetto importante: la voglia di raccontarsi senza cliché e senza pregiudizi, la voglia di scrivere una mappa culturale di genere ma inclusiva, all’interno della quale animare e vivificare un punto di vista femminile che possa essere valorizzato ed essere determinante nella società in cui viviamo.

La seconda parte del pomeriggio è stata anticipata da Marina Fichera che ha illustrato la sua mostra fotografica “Sguardi al femminile“: volti di donne nel mondo, storie di donne condensate in una fotografia, dal Buthan al Myanmar. Subito dopo reading di poesie e racconti introdotto da Ilaria Biondi e interpretato da Ilaria Biondi, Emma Fenu e Maria Cristina Sferra.

È stato emozionante in alcuni momenti, divertente in altri, è stato semplice sempre confrontarsi e discutere insieme. Ci siamo incontrate per la prima volta, in molti casi, eppure non abbiamo avuto la necessità di fare le presentazioni perché ci conosciamo già, ci conosciamo attraverso le parole di poesie e racconti, attraverso la musica che condividiamo, attraverso le speranze che ci confidiamo, attraverso le difficoltà quotidiane alle quali cerchiamo riparo. È stato importante questo primo incontro ‘live’ di Cultura al Femminile perché ci ha dato la misura di quello che oggi le donne potrebbero e dovrebbero fare. Abbiamo scelto di parlare di letteratura e abbiamo compreso che le parole davvero possono disegnare il mondo.

È stato bello incontrarsi dal vivo, ascoltare le voci di ognuna, ascoltare le esperienze, ringraziarsi reciprocamente di esserci. A tutte, Maria Lucia Ferlisi, Francesca Bleu, Elvira Rossi, Anna Maria Brattoli, Cristina Sferra, Marina Fichera, Emma Fenu, Ilaria Biondi, Elisabetta Corti, Sabrina Corti, Francesca Gnemmi e a tutte le altre che hanno partecipato, a chi non ho avuto la possibilità di salutare e che ci ha regalato una bellissima poesia, auguro di poterci ritrovare ancora.

Questo slideshow richiede JavaScript.

stampa
Tag:, ,

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi