Appuntamento oggi con Cassino che Legge

img

Cassino – Una manciata di ore prima di riaprire il sipario sulla seconda parte di una storia iniziata ad ottobre. Cassino che legge, in collaborazione con Tantestorie.it, riparte oggi alle ore 18 di nuovo presso la biblioteca comunale “Pietro Malatesta”. Il primo appuntamento di questa primavera letteraria sarà di grande interesse con la presentazione del volume di Giuseppe VaroneI sensi della ragione” che esplora la figura e l’opera di Elio Vittorini con particolare riferimento al periodo compreso tra gli anni immediatamente successivi alla chiusura della rivista ‘Il Politecnico’ e la morte dello scrittore.

Un lavoro che documenta l’attività narrativa, critica ed editoriale di Vittorini di riflesso alla nascita di opere e iniziative destinate a divenire indicative della sua inesausta ricerca di una ideologia della letteratura nel clima culturale del secondo Novecento. “Con la presentazione del libro ‘I Sensi della Ragione’ parte la seconda parte della quinta stagione di Cassino che Legge, un appuntamento culturale, ormai fisso, molto atteso in città”. A dichiararlo è l’assessore alla cultura, Danilo Grossi, “Cassino che legge – ha sottolineato Grossi – è una rassegna letteraria che si pone l’obiettivo di promuovere la conoscenza e la diffusione di volumi di saggistica, narrativa o raccolte di poesie, preferibilmente scritti da autori locali. Una manifestazione che nel corso di questi anni è riuscita a coinvolgere l’intera città grazie ad una proposta molto ampia che va ad abbracciare ogni fascia di età. Dal successo delle passate edizioni nasce quella di quest’anno che vedrà proseguire la collaborazione con il sito Tantestorie.it, a cura della giornalista Paola Caramadre e di Antonio Nardelli, sul quale ogni giorno è possibile leggere una nuova storia grazie alla pubblicazione di racconti brevi ed inediti. Una seconda parte della quinta edizione che verrà aperta con la presentazione del libro ‘I Sensi della Ragione di Giuseppe Varone. Abbiamo avuto moto di apprezzare le qualità ed il valore letterario del professor Giuseppe Varone grazie agli al consigliere Danilo Salvucci ed agli altri artisti dell’associazione Pentacromo che nei mesi di settembre ed ottobre hanno proposto un’iniziativa culturale di altissimo profilo. Mi riferisco ad Arcipelaghi, una manifestazione nata dal connubio tra il lavoro degli artisti dell’associazione Pentracromo di Cassino e l’idea del professor Giuseppe Varone di rendere l’esposizione una vera e propria mostra – convegno. Un modo per parlare di arte ed allo stesso tempo per aprire il confronto con la comunità e con il mondo della cultura nel suo senso più ampio che ha fatto registrare un grandissimo successo. Da lì la decisione di far inaugurare questa seconda parte della quinta edizione di Cassino che Legge al professor Giuseppe Varone con uno studio attraverso il quale l’autore intende esplorare la figura e l’opera di Elio Vittorini con particolare riferimento al periodo compreso tra gli anni immediatamente successivi alla chiusura della rivista ‘Il Politecnico’ e la morte dello scrittore”.

Il prossimo appuntamento sarà il 2 aprile, sempre alle 18 sempre in biblioteca, con il romanzo di esordio di Andrea Volante.

stampa

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi