Site icon Tantestorie.it

Sensibilità

di Paola Lombardi
Le persone sensibili sono gusci molli di un’anima troppo liquida. Si sciolgono in lacrime, nel bene e nel male, si liquefanno in un sorriso che sgorga come una risata.

La sensibilità non è un difetto e nemmeno una colpa. Essere sensibili significa possedere il segreto della dolcezza, il gusto della tenerezza. C’è chi è sensibile agli odori, chi al freddo, chi al caldo, chi ha i denti sensibili e, poi, c’è chi è sensibile all’umanità.

Le conosco quelle persone che accolgono con un abbraccio, che regalano comprensione, che sospendono ogni giudizio. A volte, si ha paura delle persone così, perché sembra sempre di maneggiare il vetro. Materiali fragili destinati a spezzarsi.

Non è vero, la sensibilità è un diamante, non si scalfisce mai e non smette mai di brillare. Le persone sensibili non sono fragili, è per questo che fanno paura, perché ci mettono di fronte alle nostre ciniche fragilità.

stampa
Exit mobile version