Site icon Tantestorie.it

Monete 

Monete che cadono, tintinnano, fanno rumore. Monete che viaggiano per i Paesi e i continenti.

“Lavati le mani”, mi urlava dietro mia nonna e aggiungeva: “il denaro è sporco”.

E io immaginavo quelle povere monete di rame passare di mano in mano. Senza una casa e senza un padrone.

Piccoli cerchi di poveri metalli che viaggiavano nell’elenco scambio dei mercanti e dei passanti. Comprerò il mio sogno, ripetevo accantonando dieci e cento lire.

Monete, monete, simboli, figure retoriche, immagini di quello che potrebbe avvenire e non avverrà.

Monete che passano di mano in mano, prigionieri di un miraggio.

stampa
Exit mobile version