Site icon Tantestorie.it

Mal di testa

mal di testa

mal di testa

Il mal di testa è una carogna. Quando ti prende non ti molla più.

Soffro di mal di testa da quando ero ragazzino. Nei momenti più impensati mi ha fatto compagnia con quel suo modo di fare così molesto. Spesso quando viaggiavo in treno al ritorno avevo mal di testa. Ricordo molto bene quanto gli anti-infiammatori facessero effetto, in quel periodo. I farmaci erano i miei migliori alleati per liberarmi di un ingombrante compagno di viaggio, ma in realtà, non hanno mai fatto molto oltre che tenere a freno il mal di testa, ma senza curarlo per davvero.

Non ci sono antidoti, non ci sono cure, c’è solo quell’esplosione dolorosa che mi fa perdere le forze di fare qualunque cosa. Mi danno fastidio i suoni, i rumori, le luci, le voci. Sto male e non voglio fare altro che starmene in silenzio e al buio con il mio insopportabile coinquilino.

Chi non ne soffre non può capire cosa significhi.

Molti pensano che non siano sintomi reali, ma siano soltanto capricci, come quelli che si fanno da bambini, chi non lo conosce non sa quanto sia insidioso, subdolo e fastidioso. E, invece, è un dolore reale, vero, senti soltanto il dolore, avverti soltanto il dolore, tutto il resto passa in secondo piano anche le cose più belle della tua vita, anche le cose più importanti. Il mal di testa si ruba tutto quando arriva.

Il mal di testa è un compagno fedele. Non mi ha mai abbandonato, sebbene per qualche anno sembrava essersi calmato. Invece eccolo qui, di nuovo appena aperto gli occhi, è lì, latente, silenzioso, c’è, sta per esplodere. Inizia così questa cupa domenica primaverile di marzo. Con un bel mal di testa!

stampa
Exit mobile version