Site icon Tantestorie.it

Carissimo… me

Scrivere con la penna

Scrivere con la penna sulla carta

di Laura De Santis

Carissimo,…”

No, non va bene… Devo pensare di più.

Oscar riprende carta e penna e ci riprova: “Mio caro…”, no, nemmeno così va bene. Com’è difficile scrivere una lettera! Appallottola il foglio bianco e ritenta. Non gli piace la sua scrittura. Pensa di avere una pessima grafia e si distrae. Non riesce a scrivere. Si alza e fa una passeggiata per casa. Scruta la strada dalla finestra e riflette. Sente che l’ispirazione è arrivata. Si illumina e torna alla scrivania. Con convinzione impugna la penna e comincia:

“Carissimo me,

Ho pensato di scriverti perché non riesco mai a parlarti preso da tante cose. Volevo solo dirti che mi dispiace tanto per tutte le occasioni che abbiamo perso e per tutte le volte che non abbiamo saputo prendere una decisione. Volevo ricordarti, però, che ci siamo anche divertiti molto. Ecco, volevo chiederti di scambiarci una promessa: promettimi che ci divertiremo insieme,

Con affetto e stima,

Io”

stampa
Exit mobile version