Site icon Tantestorie.it

Il vento

Scrivere

e parlar del vento

è come viaggiare,

ci porta ovunque

al mare, ai monti, nel deserto

senza una meta.

Quando sussurra

è brezza leggera,

è voce di lontano

che accarezza i sogni,

quando ulula e strappa

foglie alla sua rincorsa

ci rende muti.

Pur con i suoi svariati nomi,

la voce del vento è una sola,

quella del divino cielo.

 

                                                                   Argia Marinetti

(Poesia in concorso Festival Gliu Vient)

stampa
Exit mobile version