Un omaggio per la festa della donna

img
la storia di oggi

La storia della signora dei cuccioli del mercato

Non è stato facile scrivere questo racconto perché non conoscevo nessuna donna che ha lasciato un posto nella storia della mia città, ma poi mi sono ricordata che al mercato c’è una signora che accudisce molti animali e cerca per loro un padrone. Ogni sabato mattina, seduta con uno o due cani sulle ginocchia, apre […]

Un omaggio alla quotidianità delle donne, alla loro forza e alla loro capacità di rinascere ogni giorno. Questo è quello che rappresenta “De Claris Mulieribus”, un affresco corale di figure femminili che disegna la storia di una città e l’identità di un territorio.

In occasione della ricorrenza dell’8 marzo tantestorie.it ha aderito all’iniziativa del Comune di Cassino, fortemente voluta dall’assessore Stefania Di Russo, per raccontare il ruolo della donna oggi.
Una raccolta di biografie, scritte soprattutto dai bambini, di figure femminili che hanno o hanno avuto la capacità di cambiare la vita di chi le circonda.

Da oggi, e nei giorni a seguire, nella sezione speciale dedicata a “De Claris Mulieribus” pubblicheremo una biografia al giorno in versione integrale.
“Il ruolo della donna è ancora tutto da definire in una società che si evolve velocemente. L’emancipazione ha raggiunto un livello tale per cui le donne ricoprono ruoli importanti e svolgono lavori inimmaginabili soltanto un decennio fa, eppure, c’è un rischio: la mascolinizzazione del modello di riferimento. Ma il compito delle donne deve essere un altro, entrare nella società degli uomini con i propri valori e con la propria cultura per trasformare, gradualmente, il modo di pensare e le regole del gioco. Plasmare la società apportando la specificità dell’universo femminile.

Quello che veramente conta – come ha spiegato l’assessore Stefania Di Russo – è che la donna, qualsiasi ruolo ricopra, qualunque mestiere svolga, indipendentemente dalla categoria sociale cui appartenga, nel suo piccolo o nel suo grande ambito di azione, non deve mai rinunciare alla sua particolare sensibilità ed al suo tipico punto di vista”.
All’iniziativa “De Claris Mulieribus” hanno aderito in molti, di ogni età e di ogni estrazione. Tutti hanno raccolto la sfida andando a raccontare storie eccezionali di donne comuni e di figure storiche, tracciando un ritratto che unisce il passato alla contemporaneità.

stampa

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi