I muri

img

I muri non sono mai muti, i muri sono volti di città, sono cospiratori, reazionari, libertari, rivoluzionari.

I muri hanno le risposte per le domande rimaste mute, i muri lasciano cadere parole che sono macigni.

I muri hanno nel cuore una forma che parla per mille parole. I muri sono sudari bianchi sull’indifferenza della gente e sono legami dietro ai troppi “non sono fatti miei”.

I muri si nascondono davanti ai pregiudizi, si confondono quando ascoltano troppi giudizi. I muri, poi, restano a guardarti anche quando volti le spalle.

Hanno le risposte alle domande che non hai nemmeno il coraggio di farti. “E se ci fossi stata io lì? E se fossi io?” i “se” scivolano via insieme alle lacrime delle gronde di rame.

Restano i muri con le loro storie, restano i muri a guardarti passare con i loro occhi di troppe parole.

stampa
Tag:

Giornalista, autrice e lettrice onnivora e curiosa. Promotrice culturale, ‘regista dei libri’ e cofondatrice di Tantestorie.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi