Peggio di una sorella

Avere una sorella è come avere un cataclisma a portata di mano. O meglio, avere una sorella come la mia è avere un cataclisma che ti rovina costantemente la vita….

Il disco rosso di un semaforo

di Silvia Suto A tutta velocità, l’uomo tirò il freno a mano. Gli pneumatici strillarono ed incisero due strisce nere serpeggianti sull’asfalto. Il suo pugno lanciato si fermò sul viso…

Mario, Elvira e io

di Paola Lombardi “Noi lì non ci andremo”. Mi sembrava di sentirla la voce di Elvira che, con il suo tono nasale e stridulo, mentre guardava dritto negli occhi Mario…

La fiducia dietro i cancelli chiusi

di Paola Lombardi “Mi sono fidata di te, ti ho creduto”. Tornando a casa ripensavo ossessivamente a quella frase. Rivedevo il volto della donna che aveva pronunciato quella frase. Mi…

Il nostro triste addio

di Paola Lombardi “Potremmo sempre andare a vendere il kebab in Afghanistan oppure il gulash in Ucraina”. Questa proposta sì che mi ha fatto ridere, eppure in questo momento c’è…

Il burro

di Silvia Suto Erano mesi che Ahmed non riusciva a dormire. La passione lo devastava e andava giorno e notte struggendosi e meditando su come ottenere la bellissima Samira. A volte…

Numero civico 36 – parte seconda

…sola il piccolo corteo dietro al carro funebre. Le diedi il  braccio e lei accettò, in fondo al viso era luminosa e sicura. Mi strinse la mano e non mi…

Numero civico 36 – parte prima

Era al numero 36 di una strada che non ricordo. Una cittadina di campagna, lontana, di stradine e di scale che finivano cieche nello stesso identico punto. Aspettavo qualcosa che…

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi