Nelle zone d’ombra della storia con Curiosity

img

La storia è fatta di punti oscuri, di misteri ancora da svelare e di enigmi ancora da indagare. Ed è in queste lacune, in queste aree non investigate che cerca di fare luce un’iniziativa editoriale interessante. La cerimonia di premiazione de Le Cronache del Mistero è stata l’occasione ideale per la presentazione del progetto molto particolare curato dal divulgatore Alessandro Moriccioni, che indaga proprio nelle zone d’ombra della Storia. Dopo la pubblicazione del libro “La vita segreta dei musei“,  abbiamo parlato con lui delle sue attività presenti e future per Tantestorie.it

Hai presentato un progetto particolare, di che cosa si tratta?
“Si chiama Curiosity il fascino della conoscenza e si tratta di una collana che abbiamo voluto io e Enrico Baccarini l’editore di Enigma. Si tratta di una collana di divulgazione storica che si infila negli interstizi degli eventi, in quelle intercapedini che le collane storiche normali lasciano libere, siamo entrati dentro quelle lacune e le abbiamo colmate”.

Il fascino della conoscenza è, come dire, il filo conduttore di questa collana.
“Si tratta di raccontare fatti, situazioni e personaggi che a loro modo hanno fatto la storia, che hanno permesso alla storia di prendere un’altra strada rispetto a quella in cui si trovava. Ad esempio, nel primo volume si parla di Jack lo squartatore il più grande serial killer di epoca vittoriana, nessuno sa ancora di chi si tratta veramente, che però a suo modo, ha permesso alla storia di cambiare, di prendere un’altra strada, come dicevo prima. Non solo perché si inserisce in un momento in cui le scienze forensi fanno il loro balzo verso la moderntià ma soprattutto perché permette all’opinione pubblica di aprire gli occhi su quelli che erano i problemi dei quartieri poveri come la prostituzione di cui non si parlava mai. La prostituzione di queste donne che per guadagnarsi un giaciglio per dormire o un pezzo di pane o anche un bicchierino di gin per dimenticare le difficoltà della vita erano in realtà completamente ignorate dall’opinione pubblica. A questo punto la società deve aprire gli occhi su queste donne che purtroppo vengono uccise in un modo estremamente efferato e considerare che esiste anche quel tipo di miseria, la miseria umana più profonda.

Il tuo lavoro di divulgazione scientifica è davvero infaticabile, oltre Curiosity hai altri progetti in cantiere?
Sì sto scrivendo un altro libro, ti ringrazio per l’aggettivo infaticabile, effettivamente l’attività è molto cresciuta, soprattutto, perché Curiosity propone due libri l’anno il che significa molto lavoro in più rispetto a prima. Inoltre, sto lavorando ad un altro volume sempre per lo stesso editore e poi ho qualche novità che è prematuro divulgare, almeno per ora”.

stampa
Tag:, ,

Giornalista, autrice e lettrice onnivora e curiosa. Promotrice culturale, ‘regista dei libri’ e cofondatrice di Tantestorie.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi