Autore: Antonella Branca

Sono nata qualche annetto fa, cresciuta in un piccolo paese ricco di storia e tradizioni, a pochi passi dal mare, dove tuttora fuggo appena possibile. Ho frequentato la biblioteca del mio paese e sono cresciuta con lei, nel 2004 insieme con alcuni compaesani abbiamo fondato un’associazione culturale e creato un piccolo giornale a diffusione gratuita dal titolo “Sciuccaglie”. Sempre in quell’anno con un gruppo di amiche ci siamo occupate del nascente Museo della Pietra e siamo state formate per essere guide turistiche. Appassionata di seggi elettorali e politica, nel 2005 ho svolto un percorso universitario per l’accesso delle donne in politica e nelle istituzioni; lì mi sono innamorata della storia delle donne e della condizione femminile. Ho partecipato, dietro le quinte, a un progetto sulla guerra e le violenze di quel tempo. Nel 2010 ho creato un blog tutto mio, dove raccontare di viaggi nelle tradizioni popolari, nelle ricette italiane e della cucina povera. Ho scritto storie d'amore e di amicizia, e altro ancora. Scherzosamente mi definisco un po' giornalista, un po' food blogger, un po' storica. Ma sognatrice, romantica e solare; schietta, diretta e determinata.  Cerco di trasmettere i sentimenti che catturo nel mio vivere quotidiano, spesso con ironia dico: "Sono una scrittrice, qualsiasi cosa tu dica o faccia può essere utilizzata in una storia". Ho partecipato alla prima edizione del premio letterario “Veroli Alta”, con il testo C’era una volta il paese di pietra, nel 2013 e sempre in quell’anno ho scritto il mio libro auto-prodotto, non in vendita perché è la mia bomboniera di nozze; dal titolo “IL SAPORE DEI RICORDI”. Ho collaborato con varie realtà e dal 2016 con immenso piacere scrivo per voi di tantestorie.it.

Il castello sulle nuvole

Even quel giorno era molto emozionata, i suoi genitori le avevano detto che avrebbero fatto una gita molto particolare. Si erano svegliati presto e mentre erano in autostrada, qualcosa attirò l’attenzione di Even: le nuvole. Restò incantata nel vederle, alcune sembravano una cascata, altre ciuffi di panna montata. All’improvviso, fermò...

“Seta moleta iamo a Gaeta che iamo a fa? A piglià la seta. La seta della mammace, la donna che te piace piace a te, piace a me, piace aglio figlio deglio RE” E’ un gioco che si fa ai bimbi piccoli, si mettono seduti sulle ginocchia unite, si reggono...

Diario di un cagnolino

1 Settembre 2016 Sono felice oggi, conosco il mio nuovo papà. Sono un cucciolo meticcio, sono un maschietto. Chissà come mi chiameranno? …Eccolo arriva! Bellissima quest’auto, ha anche un posto riservato a me. Inizia la mia nuova avventura, prima tappa un luogo, dove ci sono tanti miei simili. Chi è...

Charles, il mondo è cambiato

C’è una generazione cresciuta a pane e marmellata, libbre di cibernetica e insalate di matematica (quest’ultima un po’ indigesta). Era un mondo fatto di ANIME, non lo spirito delle persone, bensì, i cartoni animati giapponesi ricchi di super eroi, pronti a combattere il male. C’è ancora, un universo speciale, fatto...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi